Archive for marzo, 2007

#35 – La generazione web

giovedì, marzo 1st, 2007

In questi giorni si parla della cosidetta “generazione web”, cioè quella fascia di utenza che usa le nuove tecnologie in contemporanea tra loro o, per dirla da tecnici, in multitasking.

Giovani e un po’ meno giovani che riescono a fare nello stesso momento un sacco di attività diverse: ascoltare musica, scrivere mail, chattare, usare il telefonino e navigare su internet. Spezzettando tra loro le varie capacità mentali per ogni singolo “task”.

Qualcuno si è chiesto cosa comporterà in futuro un uso così stressante del cervello e in molti sostengono che probabilmente andrà persa parte della memoria a lungo termine che verrà invece usata in larga parte per “archiviare” solo stralci di informazioni di breve durata, come descritto in un bel libro di Vittorino Andreoli appena uscito.

Sdrammatizzando, siccome è tardi e sono un po’ stanco, spengo la musica, chiudo Skype, invio l’ultima mail, spengo il cellulare e mentre mi lavo i denti vi lascio alla striscia di domani, cioè di oggi, cioè… ehm di cosa stavamo parlando?

Carson Van Osten e il “Comic Strip Artist’s Kit”

domenica, marzo 4th, 2007

Internet, ai giorni nostri, me ne rendo conto sempre più, è sinonimo di condivisione ed espressione di libertà. La maggior parte della gente ha una grande necessità di confrontarsi e di esprimersi e di mettere a disposizione quello che ha alla comunità, nell’ottica dello scambio e dell’accrescimento reciproco. Talvolta gratuitamente, talvolta dietro corrispettivo. In ogni caso la “rete” è un mezzo sicuramente adatto a mettere in contatto le persone, a renderle partecipi di passioni comuni.

Così l’informazione che se ne ricava è pressochè infinita. Leggevo da qualche parte, non ricordo più dove, che attraverso i motori di ricerca è possibile scalfire appena la superficie della globalità delle informazioni a disposizione e che il “mare” del web è molto più profondo di quello che si pensi.

Mi chiedo a questo punto quanto possa esserci di non visibile che giace nelle profondità, quante meraviglie possano celarsi nel profondo blu se facilmente e senza troppo lavoro, si possa venire in contatto con certi splendori:

Ho ritenuto doveroso postare alcune stupende tavole di Carson Van Osten, famoso disegnatore Disney che ha creato quello che viene definito il “Comic Strip Artist’s Kit”. Sette fogli con illustrazioni che lo stesso Osten ha disegnato attorno al 1975 per un meeting Disney a Francoforte. Mai avrebbe pensato che 32 anni dopo ancora milioni di persone avrebbero potuto prendere spunto da quelle tavole per migliorare o comunque accrescere la propria tecnica di disegno.

Ma la bellezza di queste illustrazioni sta nel fatto che Van Osten racconta “come disegnare bene un fumetto” attraverso una serie di gag che vedono protagonisti proprio i personaggi del fumetto stesso. Il tutto con un tratto da sketchbook ironico ma professionalmente ineccepibile (e ci mancherebbe!). Così sulle pagine di un blocco notes si avvera la magia del disegno. Carta bianca matita e inchiostro si trasformano in linguaggio, arte, comunicazione, informazione, condivisione.

Ma come si è arrivati ad avere su internet queste tavole? Qual è il trait-d’union tra il mondo reale il mondo virtuale? Si potrebbe dire che sia stato internet stesso ad “attirare” quelle tavole a sé! Sul blog di Mark Kennedy (Il Tempio Dei Sette Cammelli Dorati), animatore Disney, si incontrano infatti il mezzo per la diffusione (il suo blog) e la volontà di Van Osten di rendere disponibile il materiale attraverso quel mezzo. Van Osten, apprezzando il lavoro di Kennedy che da tempo rendeva disponibile un po’ del suo know how al grande pubblico, decise di spedirgli le copie del Comic Strip Artist’s Kit e Kennedy le pubblicò, conscio del loro grande valore.

E’ possibile anche scaricare il Comic Strip Artist’s Kit in formato PDF a questo indirizzo.