La striscia risorge a Lucca. Ma era mai morta?

Miracolo, la striscia è risorta! In realtà chi lo sa se era mai morta per davvero. Noi di Balloons crediamo di no. Se ne è sempre stata sorniona nascosta in un angolo. Spesso angusto, umido e freddo. Spesso dimenticata, come fosse l’ultima ruota del carro della famiglia del fumetto, lei, che invece è più simile a una mamma anziana che ne ha viste di tutti i colori, che ha cresciuto una moltitutide di figli sparsi per il mondo e che ancora oggi, nell’era dei tablet, del touch, dello screen e dello smart ne ha ancora tante da dire stampata su dei semplici fogli di carta spillati. Ed è l’ennesima dimostrazione della sua natura. Mettetela sul web se si va, leggetevela su supporti informatici di ogni tipo, stampatela in bianco e nero su carta, collezionatene gli originali, il succo non cambia. Ecco perchè, come una specie rara ha attraversato gli anni restando sempre sé stessa. Noi paleontologi, ammirandone sempre nuovi esemplari,  ne rimaniamo ancora affascinati. Come ha potuto farcela?

E allora perchè miracolo? Cos’è che deve risorgere se morto non è? In realtà vorremmo che la specie si ripopolasse a dovere. Vorremmo poter uscire più spesso su carta, a bassi costi. Per rendere fruibile ad un maggior numero di persone il divertimento compresso racchiuso in tre, quattro quadretti. Non ci accontentiamo mai. Per questo il miracolo lo invochiamo. Essendo sinomino di evento eccezionale, di gioia, di vitalità, è chiaro che non possiamo tenercelo dentro di noi e in qualche modo dobbiamo lasciarlo uscir fuori. Una striscia muore e risorge ogni qual volta un lettore la legge e ci ride sopra e ci riflette e ci pensa su e la condivide.

Se a Lucca vi fa piacere venirci a salutare sappiate che ci trovate là a far questo. In Piazza Napoleone allo stand E140, in simbiosi con Comix.

Lascia un commento