Illustrazioni per bambini (ma non solo)

Mia moglie, che se ne intende più di me, sostiene che fare illustrazioni per bambini sia una delle cose più difficili. Se prendete in mano dei libri dedicati all’infanzia vi accorgerete con un minimo di senso critico che la metà non sono adatti agli occhi, ma sopratutto alla sensibilità dei bimbi. Ma mica perchè ci siano cose scandalose o brutte o messaggi negativi, macchè, magari il contenuto è pure meritevole di attenzione, semplicemente però capita – sempre più spesso a dire il vero – di imbattersi in disegni realizzati dai grandi per i grandi, dimenticandosi dei più piccoli. E’ un errore grossolano ma più comune di quanto si pensi.

Quindi quando prendo in mano i lavori dell’amico Vincenti, tiro un sospiro di sollievo e mi godo in pieno la poesia e la “semplicità” dei suoi lavori. Lo seguo da molto tempo e ho anche avuto l’onore di conoscerlo di persona alla fiera del libro per l’infanzia di Bologna, due anni fa. E’ banale dirlo (chi sono poi io per farlo?!) ma è cresciuto in modo esponenziale e le sue illustrazioni sono una gioia per gli occhi. Guardare per credere.

2 Commenti...

  1. zeta

    hai voglia! io adoro l’illustrazione per l’infanzia..e secondo me se la godono molto più gli adulti dei bambini! se hai modo fai un salto alla mostra internazionale di sarmede, vicino a vittorio veneto, io ci vado ogni anno 🙂

  2. _Antonio_

    E’ vero, il linguaggio deve adattarsi al destinatario, non basta saper parlare con le immagini.

Lascia un commento